Zea Universe il tuo benessere store di fiducia

Vieni a trovarci
nel nostro negozio

A cosa serve il riso rosso fermentato e che differenza c’è con il monascus?
Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

Il Monascus Purpureus è il fungo normalmente impiegato nella fermentazione del riso rosso: processo utilizzato da secoli in Cina per la preparazione del cosiddetto vino di riso, il suo principio attivo, la Monacolina, ha un’azione ipocolesterolemizzante.

Con il termine generico di “Monascus purpureus” si intendono almeno sette ceppi di questo genere di funghi:

  • Monascus albidus Sato
  • Monascus pilosus Sato
  • Monascus pubigereus Sato
  • Monascus ruber van Tieghen
  • Monascus paxii Linge
  • Monascus fuliginosus Sato

Il riso rosso fermentato contiene un principio attivo, la Monacolina, che ha una struttura simile alle statine con una buona azione ipocolesterolemizzante, riesce ad abbassare i livelli di colesterolo nel sangue ed ben tollerato.

SOSTANZE CONTENUTE NEGLI ESTRATTI DI MONASCUS

  • Lipidi Acidi grassi mono e polinsaturi (>125mg/g) (acido palmitico, oleico, linoleico e linolenico (Juzlova et al 1996)
  • Composti Primari Amido, proteine, amminoacidi, vitamine e minerali
  • Composti Secondari Fitosteroli (β-sitesterolo, capesterolo, stigmasterolo, etc), Isoflavonoidi, Glicosidi, Saponine e vari Pigmenti (tra cui alcune micotossine come la citrina che devono essere eliminate)(Xie e Duan 1966)
  • Composti Triterpenoidi Mevinolina e le monacoline che generalmente oscillano tra un 0.4-0.8%. La monacolina K è la più abbondante.

La MONACOLINA è la principale responsabile dell’azione ipocolesterolemizzante

  • La monacolina K è in grado di inibire la HMG-CoA reduttasi (3-hydroxy-3metilglutarylcoenzimaA )
  • Senza questo enzima l’intera sequenza di sintesi del colesterolo viene bloccata
  • Il Monascus purpureus abbassa i livelli di colesterolo (LDL e VLDL), facendo aumentare per contro i livelli di colesterolo HDL
  • Rappresenta un target elettivo per regolare i livelli di colesterolo nel sangue
  • E’ una statina naturale meglio tollerata rispetto alle statine chimiche

MONACOLINA E STATINE

Per molti anni il Monascus purpureus è stato una delle fonti primarie di statine e a tale scopo si sviluppò una tecnologia di coltivazione in vitro tuttora in uso (Chang et al 2002). Sono minime le differenze tra monacolina K e monavolina (o lovastatina), il precursore di un’intera classe di farmaci, le statine, che sono diventate il trattamento d’elezione delle dislipidemie. Possiamo quindi dire che la Monacolina è una statina naturale.

Per approfondimenti leggi: Profilo di efficacia e sicurezza dell’impiego degli Estratti di Monascus purpureus: studi clinici e bibliografia.

 

Per saperne di più
non esitare a scriverci

Leggi anche

Per avere informazioni non esitare a scriverci.
Sede Centrale Anguillara S.
Affiliato Bracciano
Per avere informazioni non esitare a scriverci.
Sede Centrale Anguillara S.
Affiliato Bracciano
Home
Chi Siamo
Il Negozio
Perchè Zea
Vetrina
Le Tisane
Cosmesi Botanica
Cosmesi Biologica
Gli Integratori
I Nostri Ingredienti
Consigli di benessere
Le Ricette di Zea
Cosmesi
Rimedi Naturali
Alimentazione
Account
spedizioni
Pagamenti accettati
Termini e condizioni
Per avere informazioni non esitare a scriverci.