Zea Universe il tuo benessere store di fiducia

Vieni a trovarci
nel nostro negozio

A cosa servono le vitamine del gruppo B?
Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

Dove si trovano e come si assumono

Le vitamine del gruppo B sono un gruppo di vitamine la cui assunzione è legata ad un corretto regime alimentare e sono molto utili per un buon mantenimento dello stato di salute. Sono fondamentali, tra altre cose, per il normale funzionamento del fegato e del sistema nervoso, ma soprattutto sono importanti per la trasformazione dei carboidrati in glucosio e per il metabolismo dei lipidi e delle proteine. Dalla vitamina B1 alla vitamina B7 scopriamo quali sono i sintomi di una carenza.

Stanchezza e mancanza di appetito? Possibile carenza di vitamina B1

Sintomi: stanchezza, dolori muscolari, respirazione difficoltosa, poco appetito,
Alimenti che contengono la vitamina B1: lievito di birra, olio di germe di grano, polline e pappa reale, soia, cereali integrali, alga spirulina, nocciole, mandorle, noci, legumi di girasole, melassa.
Come assumerla: 5 nocciole al giorno; un cucchiaino di olio di germe di grano al mattino e fare colazione con i cornflakes. Ricordare che l’attività della vitamina B1 viene annullata dall’alcol, dal fumo e dal consumo di dolci e di zucchero.

Bruciori e prurito? Possibile carenza di vitamina B2

Sintomi: afte, stomatiti e lesioni alle labbra e del cavo orale, bruciori e infiammazioni, fastidio alla luce del sole, sensazione di avere la sabbia negli occhi,.
Alimenti che contengono la vitamina B2: lievito di birra, tuorlo d’uovo, olio di germe di grano, semi oleosi, cavoli, piselli e yogurt.
Come assumerla: insalata di cavoli tagliati a listarelle condita con un cucchiaino di olio di germe di grano e aceto di mele.

Intestino irregolare e problemi digestivi? Possibile carenza di vitamina B3

Sintomi: cattiva digestione, nausea, alito pesante, intestino irregolare, debolezza, pelle secca e macchiata da chiazze rosse, si trova nel lievito di birra, nel fegato.
Alimenti che contengono la vitamina B3: frattaglie, pesce, rabarbaro.
Come assumerla: aggiungi un pezzetto di rabarbaro alla frutta cotta. Chi soffre di ulcera e gastrite non deve assumere troppa vitamina B3; la somministrazione va interrotta se la pelle si secca e si manifestano prurito e vampate.

Basse difese immunitarie? Possibile carenza di vitamina B4

Sintomi: frequenti influenze e raffreddori, abbassamento dei globuli bianchi, nevriti .
Alimenti che la contengono: lievito di birra, riso integrale o semi integrale, estratto di barbabietola, patate, pomodori, latte intero fresco.
Come assumerla: latte (anche vegetale) al giorno, sugo preparato con 3 pomodori, olio d’oliva e basilico. Attenzione però a non sottoporre a lunghe cotture i cibi che la contengono.

Malumore, stress e cefalea? Probabile carenza di vitamina B5

Sintomi: allergie, stress, umore è vagamente depresso, attacchi di cefalea più intensi e frequenti del solito, aumento delle carie, aumento di capelli bianchi,.
Alimenti che la contengono: pappa reale, polline, lievito di birra, grano saraceno, tuorlo d’uovo.
Come assumerla: prendere ogni mattina una punta di cucchiaino di pappa reale o un cucchiaino di polline (verifica sempre di non essere allergico a questi prodotti), mangiare 3-4 uova alla coque alla settimana.

Acne e colesterolo alto? Probabile carenza di vitamina B6

Sintomi: peggioramento di acne ed eczemi, perdita capelli, aumento del colesterolo.
Alimenti che la contengono: riso integrale o semi integrale, tonno, olio di semi di girasole, crusca, farine integrali biologiche, vegetali a foglia verde, piselli, prugne, banane.
Come assumerla: una banana al giorno o aggiungere una manciata di piselli alle minestre. Attenzione a non eccedere coi dosaggi di vitamina B6 in chi soffre di ulcera, gastrite e morbo di Parkinson: riduce gli effetti dei farmaci usati per questa patologie.

Problemi di fegato o pressione alta? Probabile carenza di vitamina B7

Sintomi: ipertensione, disfunzione renale, dieta ricca di grassi, ingrossamento del fegato e steatosi (sindrome del fegato grasso).
Alimenti che la contengono: germe di grano, lievito di birra, melassa, frattaglie, cavoli.
Come assumerla: aggiungere a contorni e insalate un cucchiaio di germe di grano in polvere. Ma attenzione a non superare i dosaggi per non incorrere in problemi digestivi, sbalzi umorali, aumento della sudorazione e anoressia.

I sintomi che possono essere un segnale di carenza di vitamina del gruppo B abbiamo visto essere innumerevoli, oltre a seguire un corretto regime alimentare, mangiare il più possibile cibi biologici ed integrali, consigliamo di assumere in due cicli l’anno un integratore di vitamine del gruppo B.

Per saperne di più
non esitare a scriverci

Leggi anche

Le ricette di Zea

Il Gomasio fatto in casa

In una videoricetta il prof. Berrino ci spiega come produrre in casa il Gomasio, una valida

Rimedi naturali

La menopausa

Un approccio olistico per affrontare con consapevolezza e serenità l’appuntamento biologico spesso temuto dalle donne. Premesso

Per avere informazioni non esitare a scriverci.
Sede Centrale Anguillara S.
Affiliato Bracciano
Per avere informazioni non esitare a scriverci.
Sede Centrale Anguillara S.
Affiliato Bracciano
Home
Chi Siamo
Il Negozio
Perchè Zea
Vetrina
Le Tisane
Cosmesi Botanica
Cosmesi Biologica
Gli Integratori
I Nostri Ingredienti
Consigli di benessere
Le Ricette di Zea
Cosmesi
Rimedi Naturali
Alimentazione
Account
spedizioni
Pagamenti accettati
Termini e condizioni
Per avere informazioni non esitare a scriverci.